PSORIASI E LE XEROSI CUTANEE

PSORIASI E LE XEROSI CUTANEE

La causa della Psoriasi è ancora avvolta nel mistero ed i farmaci più usati per curarla spesso non hanno l’effetto sperato. Cronica e non infettiva, la Psoriasi è una malattia della pelle che migliora soprattutto con l’esposizione solare.

La parte di pelle “ferita” in superficie è spesso coperta da squame ed in profondità ed arrossata: dà alla persona che ne soffre una sensazione di bruciore e di prurito.

Il fattore scatenante è la predisposizione genetica, spesso accompagnato da un fattore psicologico in particolare nella gestione delle emozioni.

Per questo la medicina più recente ha individuato, come uno dei metodi più efficaci per la cura della Psoriasi, quella a base di luce in particolare la microfototerapia selettiva e mirata non ha effetti collaterali ed è adatta anche ai bambini: è una sorta di terapia della luce efficace sulla Psoriasi.

I raggi UVB vengono somministrati esattamente sulla parte della pelle affetta dalla Psoriasi che deve essere trattata: successivamente al trattamento, la zona viene idratata con una crema neutra.

Durante la terapia, la zona affetta da patologia viene rivestita e coperta da uno schermo forato che permette il passaggio puntiforme della luce del raggio di luce, emesso dall’apparecchiatura.

I risultati sono molto importanti con lunghi periodi di permanenza. 

Nel caso della Psoriasi, non si riesce a normalizzare la pelle secca (xerosi) con la sola applicazione di una crema ad uso topico.

La microfototerapia selettiva mirata permette di intervenire senza l’impiego di sostanze farmaceutiche.

I raggi UVB riequilibrano l’attività di alcune cellule che hanno un ruolo determinante nello sviluppo delle lesioni: la microfototerapia selettiva mirata è localmente disabile, ad alta definizione foto emissiva, che permette di radiare solo la struttura cellulare cutanea sofferente, evitando di colpire l’epidermide sana.

I bassissimi dosaggi, privi di effetti collaterale, consentono l’applicazione anche per i bambini, le donne gravidanza e in presenza di patologia sistematica (insufficienza epatica, renale, cardiocircolatoria).

Di recente, oltre alla microfototerapia selettiva mirata, il protocollo affianca il bagno di luce: simile ad una doccia solare, è adattabile a qualsiasi tipo di pelle e raggiunge più parti del corpo in quanto in grado di riprodurre la balneoterapia. E’ indicato spesso nelle xerosi cutanee.